Emergenza Sars Cov 2 (Covid 19): Impatto sull’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana M. Aleandri accreditato volontariamente secondo la UNI CEI EN ISO IEC 17025.

Emergenza Sars Cov 2 (Covid 19): Impatto sull’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana M. Aleandri accreditato volontariamente secondo la UNI CEI EN ISO IEC 17025.

Sars Cov 2 Emergency (Covid 19): Impact on the Experimental Zooprophylactic Institute of Lazio and Tuscany M. Aleandri voluntarily accredited according to UNI CEI EN ISO IEC 17025.

Dott. Ugo Della Marta (Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana M. Aleandri)
Dott. Sara Greco (Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana M. Aleandri)
Dott.ssa Maria Teresa Scicluna (Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana M. Aleandri) Dott.ssa Silvana Guzzo (Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana M. Aleandri)

PAROLE CHIAVI

emergenza sanitaria; prevenzione; sicurezza; accreditamento sanitary emergency; prevention; safety; accreditation

RIASSUNTO

La pandemia COVID-19 ha determinato, per i sistemi sanitari, la necessità di rivalutare le modalità organizzative, fino ad allora operative, effettuando rapidamente interventi ed azioni di governo ritenute idonee ad assicurare, da una parte, i compiti istituzionali dell’Istituto garantendo l’accesso ai servizi e tutelando la salute dei pazienti e degli operatori sanitari e dall’altra di fornire il supporto richiesto dalle Istituzioni per gestire l’emergenza sanitaria.

Composizione di genere nella professione medica in Europa. Implicazioni sociali e criticità.

Gender composition in the medical profession in Europe. Social implications and criticalities.

 

Albanese S.1
Responsabile UOSCardiochirurgia delle Aritmie IRCCS Ospedale Bambino Gesù

Key words: Donne, Medicina, Parità di Retribuzione, Ruolo, Qualità della vita. Key words: Women, Medicine, Equal pay, Role, Quality of life.

ABSTRACT

In the last twenty years there has been an increase in the proportion of women practicing the medical profession which has occurred in parallel with the increase in participation of women in the scientific professions.
Italy has a stable percentage of women at 40% in 2016 compared to 60% in the Baltic countries, Romania and Croatia (1). This increase in the total number obtained did not automatically guarantee women doctors the right to access the roles of leaders and fair economic consideration in all the European countries analyzed. All this affects the quality of life of women and the authority of the knowledge expressed by them, with consequent implications on the economic and social context.

Modello di organizzazione dei controlli interni di completezza della documentazione clinica e di appropriatezza dei ricoveri all’IRCCS Ospedale San Raffaele

The IRCCS San Raffaele Hospital organizational model to assess the clinical documentation completeness and the appropriateness of hospitalization: the SVAD experience and the results of the three-year period 2018-2020.

Di Napoli Davide1, Bossi Eleonora2, Gaetti Giovanni2, Congiu Paola3, Secchi Marco3, Berzaghini Susanna3, Fiorella Giuseppina3, Stella Adriana 3, Wysocka Ewa 3, Villa Giulia 4, Ambrosio Alberto 5.

1 Area Budget, Flussi, Ambulatori e Cronicità, Direzione Sanitaria IRCCS Ospedale San Raffaele, Milano
2 Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva Università Vita – Salute San Raffaele, Milano
3 Servizio Valutazione Appropriatezza della Documentazione clinica, Direzione Sanitaria IRCCS Ospedale San Raffaele, Milano 4 Direzione delle Professioni Sanitarie Aziendale, IRCCS Ospedale San Raffaele, Milano
5 Direzione Sanitaria Aziendale, IRCCS Ospedale San Raffaele e San Raffaele Turro, Milano

SUMMARY

According to the progressive increase in the number of medical records checked by the Agenzia di Tutela della Salute (ATS) of the Metropolitan City of Milan, the San Raffaele Hospital established a Unit supporting healthcare personnel in clinical documentation management.

La telemedicina: uno strumento di prossemica dell’assistenza territoriale?

Telemedicine: a Proxemics tool of Primary Care?

Amato S1., Sgroi. D1., Di Giovanni C2., Poliandri G1., Cioffi A1., Politi M2.

1 Rome 3 Healthcare Local Authority 2 ADILIFE


La telemedicina: uno strumento di prossemica dell’assistenza territoriale?

Amato S1., Sgroi. D1., Di Giovanni C2., Poliandri G1., Cioffi A1., Politi M2. 1 ASL Roma 3
2 ADILIFE

Key word: telemedicine, ICT Parole chiave telemedicina, ICT

Abstract

The impact of demographic and sociopolitical phenomena such as population aging, economic and social changes derivinf from globalization and the pervasiveness of information technologies, require innovative and efficient responses to new health needs, characterized by the increase o in the numer of healthcare procedures and its complexity. The COVID 19 has had a negative impact on the that context. This paper demonstrates that the telemdicine enables to optimize resources, as well as to ensure the distancing and delivery times of services. The telemedicine in the time of COVID is the new proxemics tool of Primary care.

“Da dove veniamo e dove andiamo?” Ministero degli Interni. Modulo di autodichiarazione per gli spostamenti. The legislation primary public health instrument.

La pandemia da coronavirus (SARS-CoV-2) è una congiuntura talmente dirompente per la Sanità pubblica – data la durata nel tempo e la gravità della patologia (più per morbosità e meno per mortalità) – da meritare una costante osservazione, non solo epidemiologica, in quanto ha il potere di mettere in luce aspetti nascosti e insospettati della teoria e pratica della Sanità pubblica. Certamente si è in presenza di un evento, anche se epidemiologicamente non nuovo, sia complesso (complessità socio-economica, ideologica e politica) e sia complicato (complicazioni burocratiche, professionali, personali). Alcuni punti di vista hanno già fatto oggetto di due precedenti Editoriali di questa Rivista (La pandemia da Coronavirus motivo di “collasso” (burnout) dei professionisti della Sanità pubblica n° 3/2020 e Considerazioni post-pandemiche: Rinascita e/o Rifondazione della Sanità pubblica n° 4/2020). ma appare opportuno aggiungere una ulteriore considerazione sulla “normazione”.


Download PDF

Numero 5 – 2020

Editoriale

“Da dove veniamo e dove andiamo?” Ministero degli Interni. Modulo di autodichiarazione per gli spostamenti (Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2020) La normazione, lo strumento cardine di Sanità pubblica. The legislation primary public health instrument.

Parte scientifica e pratica

La telemedicina: uno strumento di prossemica dell’assistenza territoriale?

Numero 4-2020

Editoriale

L’importanza della vaccinazione anti influenzale ai tempi della CoViD Sars-CoV-2 e Orthomixovirus

Elisa Terracciano, 􏰂abiana Amadori, 􏰎atteo De Carli, Laura 􏰕aratti1, Elisabetta 􏰂ranco1

Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, 􏰅niversità degli Studi di Roma Tor Vergata 1 Dipartimento di 􏰓Biomedicina e Prevenzione, U􏰅niversità degli Studi di Roma Tor Vergata

Parole chiave: Vaccino anti influenzale, CoViD, influenza Key words: Influenza vaccine, CoViD, F􏰂lu

Riassunto: Nei prossimi mesi il rischio di una co-infezione da virus dell’influenza e da Sars-CoV-2 è elevato. Nonostante i numerosi studi circa le conseguenze dell’interazione tra i due virus, non vi è ancora alcuna certezza su come questa impatti sulla salute dell’uomo. La vaccinazione anti influenzale permette di ridurre il sovraccarico ospedaliero dovuto ai ricoveri per complicanze da influenza e di effettuare una tempestiva diagnosi differenziale che consenta di iniziare rapidamente il trattamento più appropriato. Sono queste due le motivazioni principali alla base della pressante raccomandazione di quest’anno per la vaccinazione anti influenzale.

Summary
In the next months, the ris􏰆 of coinfection 􏰇ith flu virus and Sars-CoV-2 is high.

Sperimentazione di un modello di Televisita presso il Policlinico Universitario Tor Vergata Experimentation of a televisit model at the Tor Vergata University Hospita

Sabrina 􏰂erri(1), 􏰎argherita D’Amico(2), Giuseppe Guarnieri(3), Tiziana 􏰂rittelli (4), Isabella Lucati (5) , Andrea 􏰎agrini (􏰐)

1. Medico di Direzione Sanitaria, Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋
2. Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, 􏰅niversità degli studi di Roma 􏰊Tor Vergata􏰋 3. Dirigente Responsabile del Servizio Informatico, Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋
4. Commissario Straordinario, Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋
5. Avvocato del Foro di Roma Responsabile della Protezione dei Dati (DP􏰄) Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋
6. Direttore Sanitario f.f., Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋

Parole chiave: Telemedicina, ICT, Key words: Telemedicine , ICT

Abstract

Lo sviluppo tecnologico e digitale negli ultimi anni ha fortemente influenzato l􏰒organizzazione dei servizi sanitari. La sostenibilità del sistema sanitario del futuro dipende in gran parte dall􏰒integrazione ospedale- territorio: la telemedicina si inserisce in questo contesto sia riducendo gli spostamenti del paziente da casa sia monitorando a distanza i parametri vitali. Il periodo di emergenza da Covid-19 ha ridotto drasticamente i ricoveri ospedalieri per cui è stato necessario introdurre strumenti informatici per garantire la continuità dell􏰒assistenza sanitaria ai pazienti, soprattutto ai pazienti più fragili.

Strategie per la realizzazione di attività di promozione della salute nel setting di Assistenza Primaria

Silvestrini G (1), Pettinicchio V (2), Damiani G (3􏰌4)

1 A􏰅SL Romagna, Dipartimento di Sanità Pubblica, Ravenna, Italia;
2. ASL Roma 2, Roma. Italia
3. 􏰅niversità Cattolica del Sacro Cuore, Roma. Italia;
4. Fondazione Policlinico 􏰅niversitario A. Gemelli IRCCS, Roma, Italia;

I recenti eventi legati al diffondersi della pandemia da Virus Covid 19 hanno confermato quanto sia importante, ai fini di una adeguata e tempestiva risposta del sistema sanitario, la presenza di un livello di assistenza territoriale solido e con obiettivi e strumenti ben definiti. Il sistema di assistenza primaria si è confermato quale fondamento del sistema sanitario con la responsabilità di organizzare l’assistenza attraverso una presa in carico costante e continua nel tempo dell’individuo (governance di produzione) e di comprendere i bisogni della società in cui si inserisce integrandosi con gli altri soggetti istituzionali e non, al fine di migliorare la salute della comunità a cui fa capo. La garanzia di tutela della salute sia della comunità che dell’individuo, sono aspetti che richiamano il ruolo di governance di sistema o ste􏰇ardship dell’assistenza primaria.