Numero 4-2020

Editoriale

L’importanza della vaccinazione anti influenzale ai tempi della CoViD Sars-CoV-2 e Orthomixovirus

Elisa Terracciano, 􏰂abiana Amadori, 􏰎atteo De Carli, Laura 􏰕aratti1, Elisabetta 􏰂ranco1

Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, 􏰅niversità degli Studi di Roma Tor Vergata 1 Dipartimento di 􏰓Biomedicina e Prevenzione, U􏰅niversità degli Studi di Roma Tor Vergata

Parole chiave: Vaccino anti influenzale, CoViD, influenza Key words: Influenza vaccine, CoViD, F􏰂lu

Riassunto: Nei prossimi mesi il rischio di una co-infezione da virus dell’influenza e da Sars-CoV-2 è elevato. Nonostante i numerosi studi circa le conseguenze dell’interazione tra i due virus, non vi è ancora alcuna certezza su come questa impatti sulla salute dell’uomo. La vaccinazione anti influenzale permette di ridurre il sovraccarico ospedaliero dovuto ai ricoveri per complicanze da influenza e di effettuare una tempestiva diagnosi differenziale che consenta di iniziare rapidamente il trattamento più appropriato. Sono queste due le motivazioni principali alla base della pressante raccomandazione di quest’anno per la vaccinazione anti influenzale.

Summary
In the next months, the ris􏰆 of coinfection 􏰇ith flu virus and Sars-CoV-2 is high.

Sperimentazione di un modello di Televisita presso il Policlinico Universitario Tor Vergata Experimentation of a televisit model at the Tor Vergata University Hospita

Sabrina 􏰂erri(1), 􏰎argherita D’Amico(2), Giuseppe Guarnieri(3), Tiziana 􏰂rittelli (4), Isabella Lucati (5) , Andrea 􏰎agrini (􏰐)

1. Medico di Direzione Sanitaria, Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋
2. Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, 􏰅niversità degli studi di Roma 􏰊Tor Vergata􏰋 3. Dirigente Responsabile del Servizio Informatico, Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋
4. Commissario Straordinario, Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋
5. Avvocato del Foro di Roma Responsabile della Protezione dei Dati (DP􏰄) Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋
6. Direttore Sanitario f.f., Policlinico 􏰊Tor Vergata􏰋

Parole chiave: Telemedicina, ICT, Key words: Telemedicine , ICT

Abstract

Lo sviluppo tecnologico e digitale negli ultimi anni ha fortemente influenzato l􏰒organizzazione dei servizi sanitari. La sostenibilità del sistema sanitario del futuro dipende in gran parte dall􏰒integrazione ospedale- territorio: la telemedicina si inserisce in questo contesto sia riducendo gli spostamenti del paziente da casa sia monitorando a distanza i parametri vitali. Il periodo di emergenza da Covid-19 ha ridotto drasticamente i ricoveri ospedalieri per cui è stato necessario introdurre strumenti informatici per garantire la continuità dell􏰒assistenza sanitaria ai pazienti, soprattutto ai pazienti più fragili.

Strategie per la realizzazione di attività di promozione della salute nel setting di Assistenza Primaria

Silvestrini G (1), Pettinicchio V (2), Damiani G (3􏰌4)

1 A􏰅SL Romagna, Dipartimento di Sanità Pubblica, Ravenna, Italia;
2. ASL Roma 2, Roma. Italia
3. 􏰅niversità Cattolica del Sacro Cuore, Roma. Italia;
4. Fondazione Policlinico 􏰅niversitario A. Gemelli IRCCS, Roma, Italia;

I recenti eventi legati al diffondersi della pandemia da Virus Covid 19 hanno confermato quanto sia importante, ai fini di una adeguata e tempestiva risposta del sistema sanitario, la presenza di un livello di assistenza territoriale solido e con obiettivi e strumenti ben definiti. Il sistema di assistenza primaria si è confermato quale fondamento del sistema sanitario con la responsabilità di organizzare l’assistenza attraverso una presa in carico costante e continua nel tempo dell’individuo (governance di produzione) e di comprendere i bisogni della società in cui si inserisce integrandosi con gli altri soggetti istituzionali e non, al fine di migliorare la salute della comunità a cui fa capo. La garanzia di tutela della salute sia della comunità che dell’individuo, sono aspetti che richiamano il ruolo di governance di sistema o ste􏰇ardship dell’assistenza primaria.

Municipal Epidemiological Report (REC): a new fast monitoring tool for exposed population The experience on Trino municipality, ex nuclear power plant. Mortality 1970- 2019.

Salerno C􏰄.􏰌 I.Terenzi􏰄􏰄.􏰌 V.Gennaro􏰄􏰄􏰌 C.Cagnazzo􏰄􏰄􏰄􏰌 􏰎.􏰂rFacassi􏰄

*􏰄Osservatorio Socio Ambientale Trinese (􏰄SAT) **Cancer therap􏰃 department, 􏰅􏰄 Epidemiolog􏰃, IRCCS Policlinico San Martino, Genova, Ital􏰃 *** S.C. 􏰄ncoematologia Pediatrica – A􏰄􏰅 Città della Salute e della Scienza Presidio 􏰄spedaliero Infantile Regina Margherita

Titolo Breve: Epidemiological Report on Trino municipalit􏰃, mortalit􏰃 19􏰋0- 2019 Abstract:

Keywords: mortalit􏰃, causes of death, centenarians, Tuscan􏰃

Introduction: in Ital􏰃 and Tuscan􏰃 the resident population aged􏰔 99 reached its all-time high in 2015. Respirator􏰃 diseases in men and ischemic heart diseases in 􏰇omen 􏰇ere the leading causes of death for Italian centenarians in 2015. The aim of this stud􏰃 is to describe the mortalit􏰃 of Tuscan centenarians b􏰃 cause.


Download PDF

The impact of the implementation of clinical risk management tools in Pediatric or Neonatal Intensive Care Units: a systematic review

Maria Lucia Specchia1,2, Alessio Perilli2, Andrea di Pilla2,*, Elettra Carini2, Nila Tofani1, Walter Ricciardi2, Gianfranco Damiani1,2

1 􏰂ondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, Rome, Ital􏰃 2 Università Cattolica del Sacro Cuore, Rome, Ital􏰃
􏰄 Correspondence: andreadipilla.adp􏰅hotmail.com

Abstract: Clinical ris􏰆 management is a 􏰆e􏰃 area in terms of healthcare qualit􏰃, especiall􏰃 􏰇ithin intensive-care settings and in the case of pediatric patients. The ob􏰈ective of this revie􏰇 is to assess the impact of tools for clinical ris􏰆 management in pediatric intensive-care settings. Pubmed and 􏰉eb of Science 􏰇ere queried to carr􏰃 out a s􏰃stematic revie􏰇, using the PICO methodolog􏰃 (􏰊une 2019). Primar􏰃 studies of applicative experiences of clinical ris􏰆 management that had impacts in pediatric intensive care units 􏰇ere included. A total of 11􏰋8 articles 􏰇ere revie􏰇ed and 20 􏰇ere included. Reactive ris􏰆 management tools 􏰇ere used in 10 studies􏰌 proactive tools in 􏰋􏰌 both reactive and proactive tools in 3. Sixteen studies out of 20 concerned drugs􏰌 other topics included: transition from hospital to primar􏰃 care, hand h􏰃giene, organizational aspects, human mil􏰆 administration.

Considerazioni post-pandemiche: Rinascita e/o Rifondazione della Sanità pubblica

«E debbesi considerare come non è cosa più difficile a trattare, nè più dubbia a riuscire, nè più pericolosa a maneggiare, che farsi capo ad introdurre nuovi ordini. Perché l’introduttore ha per nimici tutti coloro che degli ordini vecchi fanno bene; e tepidi difensori tutti quelli che degli ordini nuovi farebbono bene; la qual tepidezza

nasce, parte per paura degli avversari, che hanno le leggi in beneficio loro, parte dalla incredulità degli uomini, i quali non credono in verità le cose nuove, se non ne veggono nata esperienza ferma».

Niccolò Macchiavelli. Il Principe, Capitolo VI, De’ Principati nuovi, che con le proprie armi e virtù si acquistano. 1513

Nel precedente Editoriale (La pandemia da Coronavirus motivo di “collasso” (burnout) dei professionisti della Sanità pubblica, IgSanPubl n° 3/2020) si constatava, pur con tutte le giustificazioni del caso, il «fallimento riguardante ambedue le aree della Sanità pubblica: tutela della salute (diffusione dei contagi) e sistema di servizi sanitari (approntamento delle risorse assistenziali)».

Numero 3 – 2020

Editoriale

Le vaccinazioni di routine ai tempi del SARS-CoV-2

Fabiana Amadori, Elisa Terracciano, Laura 􏰈aratti 1, Elisabetta 􏰇ranco 1

Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, 􏰄niversità degli Studi di Roma Tor Vergata, 1 Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione, 􏰄niversità degli Studi di Roma Tor Vergata

Parole chiave: SARS-CoV-2􏰀 calo coperture􏰀 anti-influenzale􏰀 cosomministrazioni
Riassunto: Durante la circolazione del SARS-CoV-2 si è reso necessario lo spostamento di risorse dalle attività territoriali routinarie verso interventi inerenti alla pandemia. I servizi vaccinali sono stati adattati alle singole realtà territoriali sulla base della circolazione del virus e delle misure restrittive in atto. La riduzione delle coperture con il conseguente accumulo di suscettibili aumenta il rischio di epidemie di malattie prevenibili da vaccino. Programmi di recupero e strategie di ottimizzazione delle sedute sono in atto sul territorio nazionale al fine di ridurre il rischio.


Routine vaccinations during SARS-CoV-2 epidemics

K􏰞ey􏰋 words: SARS-CoV-2􏰀 coverage drop􏰀 flu vaccine􏰀 coadministrations.
Abstract: The circulation of SARS-CoV-2 required the deplacement of resources from routine preventive activities to pandemic-related interventions.

Community oriented primary care: un modello che unisce assistenza primaria e public health

Gianfranco D􏰊amiani, Giorgio Sessa

1 Fondazione Policlinico 􏰄Universitario A. Gemelli IRCCS, Roma, Italia 2 U􏰄niversità Cattolica del Sacro Cuore, Roma. Italia

In questo numero della rubrica sull’Assistenza Primaria verrà affrontato il tema della Communit􏰋- Oriented Primar􏰋 Care (COPC) che, come definito nel 1999 dall’American Public 􏰁ealth Association, rappresenta un approccio sistematico attraverso il quale un team di professionisti sanitari insieme con i membri della comunità si occupa nel lungo periodo di identificare e affrontare i bisogni di salute di una determinata popolazione, con intervenenti che ripropongono l’approccio multidimensionale solitamente applicato dai medici di assistenza primaria con i singoli individui. I medici che erogano assistenza primaria, nonostante il loro impegno nelle attività assistenziali, non hanno un ruolo guida nei processi di COPC ma, seppur la loro presenza non è richiesta in ogni progetto, è fondamentale il loro coinvolgimento.


Download PDF