La Direzione si riserva l’accettazione dei lavori. La proprietà letteraria ed artistica di quanto pubblicato è riservata alla Rivista. È autorizzata la riproduzione anche parziale di quanto pubblicato su Igiene e Sanità Pubblica purché ne sia citata la fonte.

I lavori debbono essere indirizzati esclusivamente all’indirizzo:

editor@igienesanita.com

specificando quale sia il referente fra gli Autori citati nel lavoro con indicazione completa del recapito (qualifica, istituto/ente di appartenenza, indirizzo, telefono, fax, e-mail).

Gli articoli dovranno pervenire alla Redazione di Igiene e Sanità Pubblica via e-mail, utilizzando un formato di tipo diffuso (ambiente Windows). Il materiale inviato, anche se non pubblicato, non verrà restituito.
Il materiale non deve avere revisioni e commenti attivi.

Ogni articolo dovrà essere così composto:

  • Titolo in italiano e inglese
  • Autori: cognome e nome (per esteso) di ogni autore
  • Affiliazioni: ad ogni autore deve corrispondere una sola qualifica ed un solo ente.
  • Parole chiave, massimo 4 in italiano e in inglese.
  • Riassunto deve essere redatto in italiano, e inglese, utilizzando un linguaggio conciso, evitando le abbreviazioni ed usando la terza persona. In conformità a raccomandazione dell’Unesco è desiderabile che il riassunto-sommario sia posto all’inizio del lavoro e contenga in forma discorsiva, nell’ordine, lo scopo delle indagini che ne formano l’oggetto, le osservazioni eseguite, le conclusioni tratte, nonché, se possibile, i punti essenziali di ogni teoria, apparecchio o tecnica avente carattere di novità. Gli Autori sono pregati di rivedere accuratamente il riassunto-sommario, eliminando parole non strettamente necessarie, chiarendo eventuali punti oscuri e facendo particolare attenzione alla terminologia scientifica, ai nomi propri, ai dati numerici ed alle formule chimiche e matematiche.
  • Inserire nel testo il numero della note e dei riferimenti bibliografici in apice.
  • Tabelle e grafici/immagini devono essere inclusi nel testo. Gli eventuali grafici e tabelle dovranno in ogni caso essere accompagnati dai dati grezzi necessari per la loro realizzazione in un file a parte oltre alle immagini presenti nel testo.