La pandemia da SARS-Cov-2 esplosa nel 2020 ha determinato una chiusura di portata eccezionale delle scuole che ha coinvolto almeno 188 paesi nel mondo lasciando a casa più del 90% dei bambini. Questo evento ha escluso bambini e ragazzi dall’opportunità di imparare, socializzare, sperimentare e ha aumentato la dispersione scolastica. Alla luce di queste premesse, nel corso dei mesi estivi del 2020 l’Azienda sanitaria Friuli Occidentale (AsFO) ha deciso di costituire un gruppo di lavoro per accompagnare gli istituti scolastici nella prevenzione e contenimento della diffusione del contagio da SARS-CoV-2 nel corso dell’anno scolastico 2020-21, con l’obiettivo di garantire il diritto allo studio e favorire l’attività didattica in presenza nelle massime condizioni di salute e sicurezza. La realtà scolastica del pordenonese è costituita da 40 Istituti Comprensivi per un totale di circa 206 plessi scolastici di ogni ordine e grado (pubbliche, paritarie e private). In totale la popolazione scolastica locale risulta essere di circa 33.000 alunni e 4.000 unità di personale scolastico (docenti, ATA, ecc…). Le attività del Gruppo Scuole sono state analizzate attraverso un monitoraggio di tutti gli interventi con effettuazione dei test antigenici rapidi a scuola e con la valutazione dell’incidenza dei contagi all’interno delle scuole. Da settembre 2020 a giugno 2021 il Gruppo Scuole AsFO ha partecipato a circa 35 collegi docenti e più di 10 incontri dedicati con le famiglie degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado. In totale sono stati effettuati 170 interventi con test antigenici rapidi a scuola, che hanno coinvolto tutti gli Istituti Scolastici del territorio pordenonese e un totale di 206 classi. Durante gli interventi a scuola sono stati effettuati in totale 6.370 test antigenici rapidi di cui il 70% ha riguardato gli alunni (4.458 test totali) e il 30% ha riguardato il personale scolastico (1.912 test totali). I test antigenici effettuati a scuola hanno riscontrato 173 positività totali (pari al 3% di tutti i test effettuati a scuola). Su 173 positivi riscontrati, 121 sono alunni (70% del totale) e 52 sono personale scolastico (30% del totale). Nel periodo di osservazione, gli esiti degli interventi con test antigenici rapidi effettuati a scuola hanno determinato il proseguimento dell’attività didattica in presenza (con il rispetto delle misure igienico-comportamentali definite dal DP) nel 69% dei casi (118 interventi). Nel 9% dei casi (15 interventi) si è proceduto con la quarantena “a croce”, mentre nel 17% dei casi (29 interventi) si è proceduto con l’istituzione della quarantena per l’intera classe/sezione. In 7 circostanze si è proceduto, a seguito dell’intervento a scuola, all’istituzione della quarantena per più classi. Soltanto in 4 circostanze si è proceduto all’istituzione della quarantena per tutto il personale scolastico, situazione che ha determinato l’interruzione di tutte le attività didattiche per il periodo di quarantena.


The management of confirmed cases of Covid-19 infection in schools: the experience of the prevention Department of the Azienda Sanitaria Friuli occidentale in the Pordenone area

The SARS-Cov-2 pandemic that exploded in 2020 resulted in an exceptional school closure involving at least 188 countries worldwide, leaving more than 90% of children at home. This event excluded children and teenagers from the opportunity to learn, socialize, experiment and increased early school leaving. In light of these premises, during the summer months of 2020 the Azienda sanitaria Friuli Occidentale (AsFO) decided to set up a working group to accompany schools in the prevention and containment of the spread of the SARS-CoV-2 infection in the course of the school year 2020-21, with the aim of guaranteeing the right to study and favoring teaching activities in presence in the highest conditions of health and safety. The school reality of the Pordenone area is made up of 40 Comprehensive Institutes for a total of about 206 school complexes of all levels (public, equal and private). In total, the local school population is about 33,000 pupils and 4,000 units of school staff (teachers, ATA, etc …). The activities of the Schools Group were analyzed by monitoring all interventions with carrying out rapid antigen tests at school and by assessing the incidence of infections within schools. From September 2020 to June 2021, the AsFO Schools Group participated in about 35 teaching colleges and more than 10 dedicated meetings with the families of school pupils of all levels. In total, 170 interventions with rapid antigen tests were carried out at school, involving all the schools in the Pordenone area and a total of 206 classes. During the interventions at school, a total of 6,370 rapid antigen tests were carried out, of which 70% concerned pupils (4,458 total tests) and 30% concerned school staff (1,912 total tests). The antigen tests carried out at school found 173 total positivity (equal to 3% of all tests carried out at school). Out of 173 positives found, 121 are students (70% of the total) and 52 are school staff (30% of the total). During the observation period, the results of the interventions with rapid antigen tests carried out at school led to the continuation of the teaching activity in the presence (with respect to the hygiene and behavioral measures defined by the DP) in 69% of cases (118 interventions). In 9% of cases (15 interventions) the “cross” quarantine was carried out, while in 17% of cases (29 interventions) the quarantine was established for the entire class / section. In 7 circumstances, following the intervention at school, quarantine was established for several classes. Only in 4 circumstances was the institution of quarantine for all school staff, a situation that led to the interruption of all educational activities for the quarantine period.


Download PDF