Progetto di contrasto alla mortalità evitabile in una asl metropolitana

Fabrizio Ciaralli1, Elisabetta Fusconi1, Giulia Cairella2, Massimo Trinito2, Giuseppe De Angelis2, Italo D’Ascanio3, Igina Nardelli3, Concetto Saffioti3, Flori Degrassi4

1UOC Distretto 5 e della Committenza ASL Roma2, 2Dipartimento di Prevenzione ASL Roma2, 3UOC Sistemi Informativi Sanitari ASL Roma2, 4Direttore Generale ASL Roma2

Parole chiave: Mortalità e mortalità evitabile, programmazione sanitaria, prevenzione, assistenza sanitaria. Riassunto: Introduzione: La mortalità evitabile (ME) rappresenta la quota di decessi che avviene in età precoce (0-74 aa) per cause contrastabili con interventi di sanità pubblica o misure di assistenza sanitaria. Scopo del lavoro è stato elaborare un Piano strategico aziendale di intervento per la riduzione della ME individuando le azioni prioritarie locali sulla base dei dati epidemiologici e socio-sanitari dell’azienda. Materiali e Metodi: È stato costituito un gruppo di lavoro aziendale con Dirigenti del Dipartimento di Prevenzione, dei Sistemi Informativi Sanitari e del Distretto; strumenti operativi utilizzati sono stati: i dati epidemiologici correnti del Dipartimento di Epidemiologia Regione Lazio “Stato di Salute Lazio”, i flussi aziendali informativi su mortalità generale (2014-2016) ed il profilo di salute dalle sorveglianze aziendali di popolazione OKkio alla Salute, Passi e HBSC Lazio.

Proposta di protocollo per la gestione dei casi di Tubercolosi per le Aziende Sanitarie Locali

Stefania Iannazzo, Vitaliano De Salazar, Mariarosaria Loffredo, Francesca Leone, Simona Amato

Azienda Sanitaria Locale RM3

Parole chiave: Infezione tubercolare TB, indagine epidemiologica, prevenzione.
Riassunto: La TB è ancora oggi un rilevante problema di sanità pubblica e una minaccia per la sicurezza sanitaria globale. In Italia il controllo della TB segue un approccio coerente con la Strategia globale dell’OMS, in cui è enfatizzato il ruolo della prevenzione e, al suo interno, della ricerca e gestione dei contatti. Nel presente lavoro viene descritto un protocollo per la corretta ed omogenea gestione delle segnalazioni riguardanti casi sospetti e confermati di TB a livello locale, in tutte le sue fasi, dalla segnalazione alla gestione dei contatti. Dall’immediata presa in carico del caso indice e dalla corretta esecuzione dell’indagine epidemiologica, finalizzata alla gestione dei contatti, dipendono il contenimento della diffusione del contagio e la prevenzione di nuovi focolai. Per questo è essenziale la traduzione delle evidenze scientifiche in Raccomandazioni e Linee guida, e di queste in protocolli operativi per il livello locale, con chiara indicazione delle azioni e delle responsabilità.