Densità di popolazione e SARS-CoV-2: uno studio epidemiologico di urban health

Giannico O.V., Baldacci S., Fragnelli G.R., Desiante F., Battista T., Calamai C., Caputi G., Cipriani R., Faino A., Francioso F., Giorgino A., Mastronuzzi L., Russo C.a, Sponselli G.M., Terlizzi E.M., Menna A.D., Rizzi R., Bisceglia L., Conversano M.

Affiliazioni:
a Dipartimento di Prevenzione, ASL Taranto, Taranto, Italy.

b Area Epidemiologia e Care Intelligence, Agenzia Regionale Strategica per la Salute e il Sociale della Puglia, Bari, Italy. Keywords: Urban Health, Population Density, Province Capital, SARS-CoV-2, COVID-19.

Parole Chiave: Salute Urbana, Densità di Popolazione, Capoluogo di Provincia, SARS-CoV-2, COVID-19
List of abbreviations: p.d.,population density, RT-PCR, Reverse Transcriptase-Polymerase Chain Reaction

Sebbene la trasmissione del virus SARS-CoV-2 costituisca un fenomeno complesso, un’elevata densità di popolazione sembra essere un fattore di rischio. Scopo di questo studio è analizzare, attraverso un approccio epidemiologico, la relazione tra densità di popolazione e incidenza dell’infezione da SARS-CoV-2, utilizzando dati che sono confrontabili per quanto riguarda le strategie di testing.

Trasmissione di Sars-Cov-2 e ventilazione di ambienti confinati. Note tecniche e indicazioni di prevenzione

􏰃Romina Sezzatini*, Martina Sapienza**, Floriana D’Ambrosio**, Umberto Moscato*,**, Patrizia Laurenti*,**

􏰇􏰘Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli I􏰉CCS, 􏰉oma, Italia 􏰇􏰇Università Cattolica del Sacro Cuore, 􏰉oma, Italia

Parole chiave: Covid-19, Sars-Cov-2, Sistemi di ventilazione, 􏰗rasmissione aerea.
Riassunto:􏰀 Le conoscenze riguardanti la nuova malattia infettiva COVID-19, diffusasi per la prima volta nella città di 􏰔uhan in Cina, nel dicembre 2019, si basano sulle evidenze raccolte sui coronavirus precedentemente noti all’uomo. Le principali modalità di trasmissione del nuovo virus SA􏰉S-CoV-2 sono rappresentate da droplets respiratori e da contatti diretti e ravvicinati con soggetti infetti e superfici contaminate. Ad oggi, alcune pubblicazioni scientifiche forniscono prove iniziali sul fatto che il SA􏰉S-CoV-2 possa essere rilevato nell’aria ipotizzando, dunque, un’ulteriore via di contagio, sebbene tali risultati siano da considerarsi preliminari e necessitino di attente inter- pretazioni. A supporto di questa ipotesi, gli impianti di areazione, finalizzati al miglioramento delle caratteristiche microclimatiche dell’aria indoor, potrebbero rappresentare una via agevole per diffon- dere e favorire il contagio del virus, soprattutto negli ospedali e in tutte le strutture sanitarie in cui la presenza di soggetti infetti è potenzialmente alta, cos􏰊 come la conseguente possibilità di contagio per via aerea.