Benché molte zone del territorio Italiano siano di origine vulcanica non c’è molta attenzione alla prevenzione dei rischi dovuti all’esposizione al gas Radon. Questo gas si produce durante il decadimento dell’uranio presente nelle rocce vulcaniche e, se inalato, il suo ulteriore decadimento produce radiazioni radioattive responsabili di danni a carico dei tessuti polmonari. Si stima che queste radiazioni siano responsabili del 10% dei carcinomi polmonari. In condizioni di scarso ricambio d’aria la concentrazione del gas Radon può facilmente raggiungere concentrazioni elevate in particolare nei locali sotterranei o a piano terra che sono a diretto contatto con il suolo. In questi territori i progettisti di nuovi edifici non sempre considerano questo rischio ed anche la popolazione è poco informata sui comportamenti da adottare per la prevenzione.


Radon exposure: also in this case it is better to open the window

Although many areas of the Italian territory are of volcanic origin, there is not much attention to the prevention of risks due to exposure to Radon gas. This gas is produced during the decay of uranium present in volcanic rocks and, if inhaled, its further decay produces radioactive radiation responsible for damage to lung tissues. It is estimated that these radiations are responsible for 10% of lung cancers. In conditions of poor air exchange, the concentration of Radon gas can easily reach high concentrations, particularly in underground rooms or on the ground floor that are in direct contact with the ground. In these territories, the designers of new buildings do not always consider this risk and the population is also poorly informed on the behavior to be adopted for prevention.


Download PDF