Andrea Ianni, Riccardo Tedeschi, Anna Marchetti, Danila Basso, Roberto Virgili, Michela Piredda, Maria Grazia De Marinis, Tommasangelo Petitti

Unità di Ricerca in Igiene, Statistica e Sanità Pubblica (Dir. prof. T. Petitti) – Università Campus Bio-Medico, Roma; Laurea in Infermieri- stica – Università Campus Bio-Medico, Roma; Direzione Sanitaria, Azienda ASL – Regione Lazio; Unità Operativa di Anatomia Patologica – Università Campus Bio-Medico, Roma; Unità di Ricerca in Scienze Infermieristiche (Dir. prof.ssa M.G. De Marinis) – Corso di Laurea in Infermieristica (Dir. prof.ssa M.G. De Marinis) – Università Campus Bio-Medico, Roma

Parole chiave: Adesione vaccinale; comunicazione istituzionale; educazione alla salute; professione infer- mieristica.
Riassunto: Il calo di adesione e l’esitazione vaccinale costituiscono un problema di forte rilievo in sanità pubblica e l’approfondimento su stili ed obiettivi delle campagne di comunicazione sul tema può contri- buire a migliorarne la comprensione. L’infermiere, in integrazione con altre figure professionali in sanità pubblica, può avere un ruolo cruciale nella relazione tra servizi socio-sanitari e potenziali beneficiari delle campagne vaccinali, data la formazione peculiare e le capacità di interazione con l’utente ed i suoi fami- liari. Obiettivo del presente lavoro è di analizzare il contributo dell’infermiere e gli elementi fondamentali della comunicazione “positiva”, che la rendono efficace e persuasiva, attraverso la creazione di uno stru- mento di valutazione originale, appositamente predisposto nel presente studio, contenente da un lato gli aspetti di maggior rilievo della professione infermieristica e dall’altro i fattori costitutivi dei principali mo- delli comunicativi. È stato realizzato un progetto di integrazione tra competenze infermieristiche e di altre professioni, sanitarie e non, tra cui l’ambito della sociologia della comunicazione in sanità pubblica. È sta- ta quindi effettuata una revisione narrativa con integrazione delle principali fonti di letteratura scientifica internazionale sui seguenti temi: adesione vaccinale e determinanti, ruolo dell’Infermiere, competenze di educazione alla salute, integrazione multi-professionale in sanità pubblica, fattori della comunicazione di massa, modelli di comunicazione positiva, interventi di provata efficacia nei confronti dell’esitazione vaccinale. Obiettivo principale è stato quello di individuare gli elementi-chiave dei principali temi, per pre- disporre uno strumento (griglia di valutazione) applicabile a campagne di comunicazione, strumento che contiene sia elementi relativi alla professionalità dell’infermiere in sanità pubblica sia elementi costitutivi della comunicazione positiva. È stata successivamente effettuata una raccolta delle principali campagne di comunicazione istituzionale in ambito vaccinale, in un intervallo di tempo relativo agli ultimi cinque anni, su cui è stato applicato tale strumento originale. Il lavoro di revisione ha permesso di individuare i tre più rilevanti modelli comunicativi, riguardanti la comunicazione persuasiva, e di effettuare la raccolta delle competenze e degli strumenti infermieristici. A partire dai modelli teorici e dalle evidenze raccolte, è stato predisposto uno strumento innovativo ed originale, contenente i diversi aspetti evidenziati. Tale strumento, in forma di griglia di valutazione, è costituito da 13 item ed è stato applicato per valutare campagne di comunicazione dedicate sia in generale al tema dei vaccini che a singole tipologie di vaccina- zioni. Sono stati così evidenziati gli elementi che ricorrono con maggior frequenza, nelle diverse campagne istituzionali, ed alcuni elementi che possono variare, a seconda dell’intervento specifico di comunicazione in materia. In conclusione, ciò che emerge dallo studio è che, per agire sulle cause profonde (e multiple) della non adesione vaccinale, può rivelarsi utile curare al massimo livello, con l’apporto degli elementi tipici della professione infermieristica, i differenti aspetti della tecnica di comunicazione e valutare nuovi metodi per incrementare il livello di fiducia della popolazione negli strumenti di sanità pubblica.

 


The role of nurses in health education about vaccines: analysis of style and communication models of institutional vaccination campaigns

 

Keywords: Vaccine adherence; institutional communication campaigns; health education; nurse professionals. Summary: Vaccine hesitancy represents an increasingly important global health issue. Nurses, together with other healthcare professionals, can play a key role in increasing vaccination uptake. The aim of this article is to analyze the main elements of positive communication styles used in vaccination cam- paigns and initiatives. The most important components in style, construction and contents used in several vaccination campaigns were evaluated through an original instrument, specifically developed for the present study. The most relevant aspects of nursing expertise and competencies were mixed with foundations of mass communication theory, in order to develop a framework made by 13 items, useful to evaluate different aspects of immunization campaigns. A multi-professional project was developed, to obtain a deep integration between nurse expertise in health promotion and other groups with si- milar public health orientation. The Authors further evaluated sociological instruments and theories from other fields, as mass communication theory and the social/behavioral approach. An integrati- ve review was performed, about the following main themes: vaccination adherence basis; nurse role in health promotion; health education competences; multi-professionals integration in public health; positive communication style; efficacy evaluation. Key elements were collected, to prepare an original instrument to be used in evaluating several communication campaigns. The evaluation framework (13 items) was prepared and applied to vaccine communication in different institutional settings in the last five years. Main components are: elements taken from main communication models (persuasive communication models); nurse competencies in health education; public health expertise (from an expert panel). The main findings of this study regard the usefulness of evaluating main aspects of com- munication in the vaccine field. Nurses’ knowledge and competencies in health promotion and health education add relevant meanings and cues to act against the causes for not vaccinating. It shows that is worth analyzing the main aspects of communication techniques and evaluating innovative methods to increase population confidence levels in public health.

 

Downlod PDF